mamma e autosvezzamento

Ecco perché mia figlia ha scelto l’autosvezzamento.

Arrivati i sei mesi  giunge il momento di svezzarli. Queste creaturine che fino ad ora si sono nutrite solo di latte, molto spesso grazie alla tua tetta, da oggi avranno bisogno di integrare altri alimenti.

L’iter di solito è questo: visita dal pediatra, spiegazione dei pasti base, come fare un bordo di verdure, quali dosi di proteine aggiungere, carboidrati, cereali, merendine a base di yogurt, frutta, pappette, insomma un mondo che in quel momento ti arriva addosso come un macigno e se sei fortunato che il pediatra di turno ti lasci un foglietto con su riepilogato tutto quello che vi siete detti sei già a buon punto.

Arrivata a casa sei nel panico, inizi a riordinare le idee, non ti ricordi più nulla, come se fare un brodo di verdure equivalesse a preparare una bouillabaisse!bouillabaisse-78546-1

Ti preoccupi di reperire tutte le verdure più buone e biologiche possibili, carni bio, pesce bio  (esiste?), insomma diventi pazza!

 Preparare cibi sani per il tuo piccolo diventa la tua missione!

supereroina

Con la prima figlia tutto questo è stato fatto anche da me, con la seconda devo dire che  ho fatto cose più ponderate e sicuramente con maggiore dimestichezza ho realizzato pasti equilibrati senza spendere una fortuna sia in tempo che in denaro! 😉

Ma ero avvantaggiata perché si sa l’esperienza aiuta! Ahimè però la mi dolce seconda gnoma di mangiare non ne aveva proprio l’intenzione e quindi tutte le mie pappe, preparate si rapidamente ma sempre con molto amore, sono finite nella spazzatura (non del tutto visto che buona parte alla fine la mangiavo io).

Quindi dopo due mesi di stillicidio continuo a pranzo e a cena ho desistito e quando ho visto che lei voleva mangiare da sola con le sue manine senza che nessuno la imboccasse, anche quando si trattava di yogurt,  l’ho lasciata fare, una completa autogestione!

Ecco il vero autosvezzamento!

Le ho dato i cibi in forma solida e l’ho lasciata esplorare! Finalmente ha iniziato a mangiare!

Certo di un piatto di fusilli la metà andava a terra ma almeno assaporava con gusto e soddisfazione.

Ora mangia già tutto (ah ormai ha quasi nove mesi) e quello che cucino per noi lo do anche a lei, certo ad eccezione di parmigiana di melanzane o fritture varie! 😉

Ho imparato a fidarmi di lei, non pensavo fosse in grado di “lavorarsi” un fusillo intero a questa età, ero terrorizzata dal fatto che potesse strozzarsi (nonostante io abbia fatto dieci o più corsi sulle manovre di disostruzione) ed invece ho capito che sono più bravi di quello che pensiamo!

Certo ad ogni boccone che va storto perdo dieci anni di vita ma lei sta crescendo, imparando e soprattutto ora mangia..anche se la mia tetta rimane sempre il suo cibo preferito!

Insomma con il consiglio di qualche esperto durante i nostri incontri sull’autosvezzamento e di qualche mamma già avvezza a questo metodo, mi sono lanciata anzi lei ha scelto ed io l’ho assecondata ed ora siamo felici!

dav

Valentina

Valentina

Mamma di due piccole "scugnizze", iperattiva e pigra, disordinata dentro e fuori, folle e assolutamente ottimista, insomma semplicemente scorpione!